post

L’Hockey Club Roma inizia con un derby. Sabato 10 alle 15.00 al CPO Onesti contro il Butterfly.

Nell’anno più strano dell’hockey italiano e dello sport in generale, inizia in sordina il Campionato di A1 maschile. Un anno strano dicevamo, che ci ha tenuto lontano dalla nostra solita vita e dal nostro sport per molti mesi non facendoci finire i campionati, terminati solo sulla carta e con qualche improbabile algoritmo per assegnare scudetto e promuovere 4 squadre in A1, modificando numeri ed assetto del campionato (era a girone unico con 12 squadre e si ritrova dopo la rivoluzione cartacea con due gironi da 8 e sedici squadre) con finali con play off e play out e ben quattro retrocessioni. L’Hockey Club Roma ritorna in campo dopo 7 mesi e due giorni. L’ultima partita in Coppa Italia con una sconfitta per 2 a 0 in un altro derby era dell’8 marzo 2020. Con la Tevere per la finale del girone interregionale che avrebbe consentito di accedere alla Final Four di Coppa. Il Covid 19 ha poi spazzato tutto lasciando spazio alle polemiche di un movimento hockeistico spaccato in due, come dicevamo agli scudetti degli algoritmi ed ad una assemblea elettiva perfettamente in linea con la fotografia del movimento: 50% da una parte con il presidente uscente, un altro 50% a sostenere il candidato venuto dal mondo dell’hockey internazionale degli arbitri, il torinese Ermanno Silvano. E ne è venuto fuori il risultato più assurdo possibile: pareggio perfetto e tutto rinviato con Commissariamento della FIH per portare nuovamente al voto, intorno a fine gennaio 2021, le poche ma turbolente società dell’hockey italico. In tutto questo si è pensato poco all’hockey giocato. Un paio di tornei a settembre in giro per l’Italia del bastone ricurvo ed ora un inizio di campionato a fari spenti e forse a porte chiuse, e soprattutto con la spada di Damocle dei positivi da Covid…

L’Hockey Club Roma del Presidente Enzo Corso ha più pensato, come tanti, a tenere a galla la società tra le problematiche derivanti dalla pandemia ma è riuscita infine a partire con un progetto di ringiovanimento dei quadri molto stimolante per staff tecnico e dirigenza, ma ovviamente ricco di insidie in un campionato strano e difficile come sarà questo. Un solo straniero, lo spagnolo Jose Ruiz Castillo, ma giovanissimo e perfettamente integrato nell’ambiente giallorosso in cui aveva già giocato nella stagione 2018/19. Poi uno stuolo di “ragazzini” con alcuni giocatori di esperienza e grande valore tecnico a supportare il progetto che potrebbe far aprire ai giallorossi del Tre Fontane un nuovo ciclo interessante. “Questo è quello che ci ha spinto a sposare il progetto giovani “dice il Presidente Enzo Corso “alcuni ragazzi di altre società hanno chiesto di raggiungere la nostra squadra dove già avevano esordito una serie di gioiellini del vivaio curato da Pato Mongiano. Abbiamo sfruttato le video call con Zoom per riunirci con il nostro staff tecnico ed abbiamo deciso di puntare decisamente all’obiettivo squadra giovane da far crescere insieme. Peraltro abbiamo in campo anche tutte le giovanili possibili con la 21, la 18, la 16, la 14 e le Under 13 e 12. È un momento difficile per tutti ma stiamo cercando di tramutare la criticità che stiamo vivendo in una opportunità per la nostra squadra “.

Dal punto di vista tecnico il campionato sarà difficilissimo. Due gironi da 8 composti con criteri geografici e di classifica. La Roma si trova probabilmente nel più difficile con 4 sarde, 3 romane ed il Pisa (l’unica delle promosse in A1 mentre nell’altro ce ne sono 3). Alla fine play off non proprio tradizionali, dove arrivando quinti nel girone si può ancora vincere lo scudetto, ma arrivando sesti si può retrocedere.

Questa la rosa dei giallorossi per questa prima fase della stagione che terminerà il 7 novembre e vedrà le squadre disputare 6 giornate (le prime tre dell’andata e le prime tre del ritorno che vedono, in linea con le misure Covid,  i derby tra le romane) il Pisa e i derby tra le quattro sarde . Dopo la pausa invernale dedicata all’indoor (forse la Roma giocherà in A2), si giocherà  13 marzo sino all’8 maggio per le rimanenti 8 giornate. Poi play off e play out per tutti.

Hockey Club Roma A1 per 2020/21 prima fase

1Malta Daniele83AttaccanteCapitano
2Federici Fabrizio84Portiere 
3Pucillo Mauro85Portiere 
4Ficile Simone87Centrocampista 
5Pretti Mattia88Centrocampista 
6Morleo Carlo89Difensore 
7Settimi Luca90Attaccante  
8Notturni Daniele92Centrocampista 
9Cecchini Andrea92Centrocampista 
10Ruiz Castillo Jose97DifensoreSpagna
11Paolacci David98Attaccante 
12Ardito Francesco00Centrocampista 
13Aster Gianluca01Difensore 
14Principi Federico01Attaccante 
15Pallucchini Paolo01Difensore 
16Achia Gabriele01Centrocampista 
17Paglioni Luca01Portiere 
18Mastrogiacomo Gabriele02Difensore 
19Sannipoli Sergio03Difensore 
20Carotenuto Michele03Difensore 
21Carnevale Gabriele04Centrocampista 
22Palleschi Alessandro04Portiere 
23Resta Lorenzo04Difensore 
24Nunnari Daniele04Attaccante 
25Ardito Matteo04Attaccante 

STAFF Tecnico

Coach A1 e 21Chionna Mirko
Collaboratore tecnico A1 e U 21  Pepe Luciano
Preparatore atleticoManganaro Salvatore
Preparatore  PortieriRagni Massimiliano
Dirigente Logistica e materiale Pietro Acri
Dirigente A1Manes Andrea
Centro AnalisiVilla Benedetta Group  e Marilab
Centro FisioVilla Benedetta Group e Fisio Danieli
FisioPierini Andrea 
OsteopataFabri Simone

Questa la prima giornata del campionato 2020/21

Andata

1° giornata

10/10 15:00   HC Bra – ASHP Città del Tricolore

10/10 15:00   HP Valchisone – SH Bonomi

10/10 15:00   UHC Adige – HC Bondeno

10/10 15:00   CUS Padova – HT Bologna

Like & Share:
Twitter
Visit Us
Follow Me
YouTube
Instagram

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *